Mary Kom, altri 2 entrano in semifinale al Boxam Internatinal in Spagna

Mary Kom 2 Others Enter Semis Boxam Internatinal Spain



boxe Immagine: Twitter

L'MC Mary Kom (51kg) è entrato in semifinale al Boxam International Tournament di Castellon, in Spagna, mercoledì. Ciò significa che non le è assicurata una medaglia. Ha sconfitto l'italiana Giordana Sorrentino con un verdetto diviso nei quarti di finale dell'evento. Questo segna una vittoria nella sua primissima uscita competitiva dalla qualificazione alle Olimpiadi dello scorso anno.


La prossima per la sei volte campionessa del mondo è l'americana Virginia Fuchs mentre si prepara alla sua seconda apparizione olimpica a Tokyo entro la fine dell'anno.

È stato un inizio vigile da parte dell'esperta pugile Manipuri mentre si è presa il suo tempo per ottenere una misura del suo avversario aggressivo. Entrambi i pugili hanno adottato un approccio cauto, preferendo giocare in difesa durante il turno di apertura, per la maggior parte.

boxe Immagine: Twitter

Nel secondo round, invece, il procedimento si è dinamizzato e negli ultimi tre minuti, Kom, abbassando completamente la guardia, si è lanciata in attacco, usando i suoi ganci destri con buon effetto.

come ridurre l'esercizio grasso della pancia

Anche la vincitrice olimpica Simranjit Kaur (60 kg) e la debuttante Jasmine (57 kg), che gareggiano nel suo primo torneo internazionale, avanzerebbero alle medaglie.

Jasmine ha sconfitto l'americana Selma Medina nei quarti di finale, mentre Kaur ha prevalso sulla spagnola Eugenia Albons. Entrambi gli indiani sono riusciti a ottenere vittorie unanime.

Un contingente indiano di 14 membri (otto uomini e sei donne), di cui nove qualificati olimpici e altri top boxer, partecipa alla 35a edizione del torneo, guidato da Kom. Tutti gli otto uomini sono ai quarti di finale e si sfideranno giovedì.
All'evento partecipano pugili di 17 paesi, tra cui Russia, Stati Uniti, Italia, Kazakistan e Spagna.

Leggi anche: La donna di Pune di 43 anni percorre 6.000 km in 22 giorni, mira al Guinness dei primati