Lo studente di quarta elementare Kshitij Goel sviluppa attrezzature mediche molto necessarie

Grade 4 Student Kshitij Goel Develops Much Needed Medical Equipment




Shiv Nadar School, Immagine: Kshitij Goel

La pandemia COVID-19 ha portato con sé diverse sfide per la salute e l'assistenza sanitaria. Poiché la mancanza di respiro è uno dei sintomi caratteristici della malattia, Kshitij Goel, uno studente di 4 ° grado della Shiv Nadar School, Faridabad, ha escogitato una brillante innovazione che è un'apparecchiatura medica molto necessaria nei tempi attuali. Sanjeevani, sviluppata da questo ragazzo di talento, è una maschera con valvola a sacco automatizzata che può fungere da macchina di ventilazione provvisoria per le persone che soffrono di malattie respiratorie acute come COVID-19.

Goel, che ha un eccellente acume scientifico, ha ricevuto una doppia promozione dalla sua scuola nell'anno accademico 2020-21 per fornirgli le sfide necessarie e tirare fuori il meglio di lui. Facciamo una breve chiacchierata con questa giovane pistola!

Parlaci di Sanjeevani, il dispositivo medico che hai creato. Cos'è e cosa lo rende speciale?
Volevo realizzare un dispositivo che aiutasse i pazienti che soffrivano o si sono ripresi da malattie respiratorie acute come COVID-19. Ho chiamato il mio dispositivo 'Sanjeevani', che significa 'uno che riporta in vita'. Ho utilizzato un dispositivo manuale chiamato rianimatore o maschera con valvola a sacca e ne ho automatizzato il funzionamento in modo che fungesse da ventilatore provvisorio. Sanjeevani può essere utilizzato durante il processo di recupero dei pazienti, dopo che sono stati spostati fuori dall'UTI. Il dispositivo è utile per i pazienti che possono respirare ma hanno polmoni deboli e hanno bisogno di aiuto nella respirazione e può essere utilizzato dal personale sanitario o dai parenti del paziente. Sanjeevani è facile da installare e configurare.

Come hai sviluppato questa attrezzatura? Quali sono state le principali sfide che hai dovuto affrontare?
Ho usato un microbit della BBC per controllare un servo continuo alimentato da una batteria da 6V. Una disposizione di pignone e cremagliera in plastica ha convertito il movimento rotatorio del servo in movimento lineare, comprimendo una maschera con valvola a sacco di silicone per creare il movimento dell'aria. Ho affrontato alcune sfide, ma alla fine le ho superate! Utilizzando documenti di ricerca del MIT, ho appreso le specifiche per il ventilatore meccanico che mi hanno aiutato a decidere varie impostazioni di test e configurazione.

Shiv Nadar School, Immagine: Shutterstock

Grazie al tuo eccellente acume scientifico, hai ricevuto una doppia promozione dalla tua scuola. Sei pronto ad affrontare le sfide extra? Come stai programmando i tuoi giorni di scuola in anticipo?
Sono assolutamente pronto ad affrontare le sfide. I miei insegnanti e la mia scuola sono la mia più grande ispirazione. Ho ricevuto un immenso sostegno dai miei insegnanti che hanno creduto in me e mi hanno spinto a perseguire la mia passione. Non sono solo gli accademici, ma l'apprendimento esperienziale nella mia scuola che ci aiuta ad affinare le nostre capacità e ideare per creare dispositivi per risolvere i problemi del mondo reale utilizzando la nuova tecnologia. Nei giorni a venire, desidero creare più dispositivi per aiutare le persone e semplificare la loro vita. Mi prenderò anche questo tempo per conoscere meglio i miei nuovi compagni di classe!

La tua attrezzatura medica può essere utile per le persone bisognose durante questa pandemia. Chi o cosa ti ha aiutato a realizzare i molti problemi che le persone hanno dovuto affrontare ai tempi del COVID-19?
Quando guardavo la TV, era pieno di notizie sulla pandemia di coronavirus e su quante persone ne venivano colpite ogni giorno. I casi erano in aumento e coloro che avevano contratto la malattia finivano per affrontare gravi problemi di salute anche dopo essere stati curati. Volevo aiutare in qualche modo, quindi ho pensato di realizzare questo dispositivo.

Cosa ti ha spinto a trovare una soluzione che potesse essere vantaggiosa per gli altri?
Leggerei di come il coronavirus attaccherebbe i polmoni del paziente, rendendo più difficile la respirazione. Per i pazienti gravemente colpiti, i medici dovrebbero utilizzare un ventilatore. Inoltre, c'era una carenza di ventilatori con un numero crescente di pazienti che venivano ricoverati negli ospedali. Questo mi ha ispirato a creare un dispositivo che potesse aiutare i pazienti con la loro respirazione. Passo dopo passo, Sanjeevani è stato creato. Il mio scopo era creare qualcosa che fosse facile da gestire e installare.

Shiv Nadar School, Immagine: Shutterstock

Cosa ti ha infastidito di più nel 2020 e cosa speri nel nuovo anno?
Ciò che mi ha infastidito di più nel 2020 è stato che così tante persone hanno perso i loro cari mentre molti stavano lottando su diversi fronti, in particolare sulla salute. Spero che il 2021 sia pieno di notizie positive e che le persone che sono state colpite dalla pandemia siano in grado di superare i loro problemi. Attendo anche con impazienza una vaccinazione efficace e accessibile.

Quali sono i tuoi altri interessi? Qualche nuovo hobby che hai imparato nell'ultimo anno?
Il mio hobby principale è fondamentalmente creare tutti i tipi di dispositivi! In effetti, durante il blocco ho completato anche molti altri progetti. Ho realizzato cose interessanti come il sistema di irrigazione automatico per i piani della casa, il distributore di acqua saponata senza contatto, l'auto giocattolo controllata da microbit, il telescopio in tubo di cartone, Inch Worm, che è un piccolo robot in movimento, e un fitness e fascia di sicurezza COVID-19!

Anju Wal, Preside, Shiv Nadar School, Faridabad
Raccontaci i pro e le sfide del lavorare con i bambini sullo sviluppo di app e dispositivi.
La competenza digitale dei nostri insegnanti e bambini non è nuova. Semmai, la pandemia ha contribuito a ridimensionarla ei nostri insegnanti e bambini hanno affilato la loro ascia attraverso una formazione intensiva e uno sviluppo professionale. La nostra area di interesse e la filosofia pedagogica è coltivare la creatività e sfruttare l'innovazione nei nostri figli sin dagli anni della fondazione. Il pensiero critico, le capacità di problem solving sono raccolte e intrecciate nel tessuto del nostro curriculum. I nostri figli esercitano la loro flessibilità di pensiero e libertà di esplorare, scoprire e ricercare. Kshitij è un prodotto di questo ambiente ricco, che rende ogni bambino un ricercatore della verità, un credente nella scienza, che abbraccia la tecnologia per innovare e risolvere i problemi per il bene comune del genere umano. La sua agilità mentale e la sua capacità di recupero per vedere un compito fino al suo completamento sono notevoli. Siamo davvero molto orgogliosi di lui. È il vero ambasciatore dei valori fondamentali di SNS.

Leggi di più: Incontra Mohana Singh Jitarwal, una delle prime donne pilota di caccia in India